La concorrenza esiste

Frosti: Penso che la prima cosa che fa USPK, che è davvero importante, riconosca l’esistenza della concorrenza. Non sta andando via. Sta succedendo e succederà solo di più. Da un punto di vista personale, il mio atteggiamento è sempre stato, mettiamoci in gioco e vediamo cosa possiamo fare per renderlo il migliore possibile. Penso di riconoscere anche che le persone in questo sport in questo momento hanno idee così varie su come dovremmo integrarci in quel mondo. In questo momento, il nostro atteggiamento è: “Ascoltiamo le persone. Che cosa vogliono fare? ”In questo momento stiamo creando un comitato, sono incaricato di mettere insieme alcune delle voci più importanti dello sport, non solo quella competizione di supporto, ma che hanno quell’enorme spettro di valori che sono rappresentato all’interno di questa comunità.

Continue Reading…

sapori

Mark: All’interno della comunità del parkour, non è un segreto che ci siano diversi gusti di parkour, ci sono diverse organizzazioni là fuori che diverse persone sentono di allinearsi meglio a causa di determinati valori o determinate idee. Se ti identifichi come un corridore libero, allora puoi guardare la tempesta e dire “Sì, è così che dovrebbe essere”. E per qualsiasi motivo, so che ci sono persone che si sentono fortemente associate ad APK e lo adoro. Ma non è questo ciò che conta qui se fai parte delle generazioni di parkour o ami il modo in cui operano le visioni di parkour o hai una forte connessione.

Continue Reading…

Tre parole per descrivere la tua pratica

Craig:
Quindi, il prompt … Va bene. Quindi, il prompt è normalmente che darei questo prompt a tutti e lo elimineremmo, ma penso che sia divertente lasciarlo in questo caso. Quindi, il prompt è scegliere tre parole che è davvero difficile perché ti costringe a semplificare troppo e allo stesso tempo provare a trovare parole super potenti. Quindi, sono curioso di vedere quali tre parole le persone scelgono in modo più diretto per descrivere la loro pratica. Ma c’è anche il livello successivo che devi letteralmente esternamente o almeno nella tua testa spacchettare cosa intendo o cosa pensi che intendo con la parola pratica.

Continue Reading…

Palestre

Tyson:
Durò un po ‘. Mi piace molto sperimentare per trovare soluzioni ottimali. Anche questa è una parte importante della mia pratica di parkour. È come se trovassi una sfida che suscitasse il mio interesse e provassi a trovare il modo migliore per spostarmi da un punto all’altro all’interno di quella … avendo in mente quella sfida. E posso approfondire molto quello in cui tutti gli altri all’interno del gruppo di allenamento o qualunque cosa vadano a fare qualcos’altro e io sono tipo “No, devo ancora fare questa cosa e non posso toccarla perché Voglio davvero provare questo movimento e non ce l’ho ancora, quindi continuerò a farlo “. E questa è solo una parte della mia personalità.

Continue Reading…

Parkour Vision

Tyson:
Si. Quindi, questo è il motivo per cui abbiamo chiamato l’organizzazione Parkour Visions perché per me una delle cose più potenti per entrare nel parkour è stato il modo in cui ha cambiato la mia visione del mondo intero. Potrei divertirmi semplicemente camminando per la città e immaginando tutte le diverse cose che potrei fare in quelle aree, e questo mi ha anche portato ad afferrare ogni ringhiera che ho visto per testare quanto fosse forte, e semplicemente passando le mani la trama di cose diverse in modo che potessi avere un’idea di “Oh, tende ad essere scivoloso quando è polveroso. Questo sembra essere molto meglio” e fare quel genere di cose ogni giorno, non importa quando fosse che sono andato. Avevo sicuramente pensato: “Beh, merda. Avrebbero dovuto farlo e poi questa ringhiera sarebbe stata molto, molto più forte e sarei stata in grado di saltarci sopra”, anche se fossi solo saltandoci sopra nella testa e non ho avuto il tempo di farlo allora, mi delude ancora il fatto che non l’hanno fatto in quel modo. E così, avendo questi pensieri costantemente costantemente, sono sicuro che ho influenzato il modo in cui sarei arrivato a progettare e costruire ostacoli.

Continue Reading…

Edificio

Tyson:
È come se avessi la mia pratica a questo punto e conosco le cose che mi fanno sentire realizzato dai movimenti che faccio. Quindi, il viaggio che penso di voler fare ora è andare dai miei amici e altri leader all’interno delle comunità di parkour e vedere gli spazi dei programmi che hanno costruito e le sfide e gli ostacoli che hanno dovuto superare arrivare lì e vedere se posso offrire modi per aiutare e sviluppare questo o anche per sfidare alcune delle convinzioni che hanno costruito su ciò che pensano che funzioni meglio per la loro situazione. Quindi, è un po ‘quello che sto immaginando la mia prossima progressione. Mi piace davvero la costruzione di questo e mi piace davvero fare cose davvero uniche e interessanti che spingono il limite, e mi piacerebbe solo trovare più persone che sono disposte a fare quel passo ed essere come “Cosa accadrebbe se tagliare un albero e portarlo qui, capovolto e usarlo come inizio di un corso di impalcature a barre di precisione davvero fantastico? ” Ed essere tipo “Sì, suona benissimo. Facciamolo.”

Continue Reading…

Risolutore di problemi

Tyson:
Quindi, penso che dipenda dal fatto che mi piace aiutare le persone, mi diverto a diffondere le cose di cui sono appassionato, è solo che al momento sono così facilmente bloccato in queste carreggiate di non sentirmi come mi divertirò. Ero così stressato prima della mia presentazione all’Art of Retreat. Mi stava solo distruggendo e sapevo perfettamente che avrei avuto una presentazione divertente e sapevo perfettamente che le persone avrebbero imparato cose da esso, ma quello che non penso di aver capito era che avrei avuto molto divertente farlo perché non lo so. Sembrava solo una seccatura. Sembrava tutto, oh, questo è solo un altro modo per non soddisfare né le mie aspettative né le aspettative degli altri. Non c’è una risposta in particolare.

Continue Reading…

Gruppi di interesse speciale

Blake: Ed è la gente che si sente appassionata o ha un interesse acquisito in quei progetti che, o quegli argomenti, che hanno … faranno le gambe. E così siamo in grado di attingere agli esperti, siamo in grado di attingere alle persone motivate a fare ricerca, ed è così che le cose vanno bene.


Craig: Quindi è … Ti ho interrotto, ma è … I gruppi di interesse speciale sono una parte, e poi l’altra parte è che i comitati sono l’altra parte importante.

Continue Reading…

Cose su piccola scala

Mark: Una delle cose che sono quasi certo sarà, se non il primo gruppo di interesse speciale saranno le persone interessate alla competizione nel parkour. E penso che ci sarà altrettanto rapidamente un gruppo di persone interessate a non avere competizione nel parkour. E penso che entrambe queste voci e prospettive siano molto importanti. E quindi spero davvero che quelli saranno due dei nostri primi gruppi di interesse speciale perché ritengo che per ottenere un risultato equilibrato, dobbiamo avere entrambe le parti o meno che siano solo due parti, ma dobbiamo avere molte prospettive e dobbiamo avere molte voci per formare un’opinione completa. Non possiamo formare un’opinione completa con solo un lato di un problema che le persone sentono fortemente su entrambi i lati. Quindi lo vedrei come un esempio specifico di un gruppo di interesse speciale.
Amos: I gruppi di interesse speciale, che chiamiamo SIG, sono una delle mie parti preferite della nostra struttura e dei nostri statuti e questo è qualcosa, Craig, che hai riportato sul tavolo quando ci stavi aiutando a progettare questo. Lo apprezzo davvero.

Continue Reading…

Art of Retreat

Brandee:
Art of Retreat è sempre semplicemente meraviglioso. Art of Retreat è come se i sogni diventassero realtà e osservassero le persone che amo di più al mondo. Per quanto riguarda questa passata Art of Retreat, è stata un’esplosione come al solito. Mi metto di fronte alle persone, le urlo, le faccio vergognare pubblicamente e così via.

Brandee:
Ma uno dei momenti più importanti e davvero profondi che ho avuto è stato in realtà durante uno dei giochi di missione notturni, in cui avevo assunto il ruolo di un orco e dovevo essere portato via dal sito del villaggio e non volevo che accada. Quindi ho lottato abbastanza prolificamente.

Continue Reading…

Falò

Brandee:
Si assolutamente. È un passaggio molto consapevole da come sono quando sono appena esistito, ora sono la persona, il leader nella comunità di parkour che è Brandee. È davvero solo una questione di pensare a generare energia, perché in quei momenti soprattutto con cose come il riscaldamento, specialmente per un grande evento con così tante persone che non si conoscono ancora e questo, quello e l’altro, è davvero importante che qualcuno, a mio avviso, le persone che sono di fronte a loro riescano a rimediare al gioco. E immagino che li stia quasi razionalizzando dove voglio che siano, che è altrettanto energico ed eccitato come mi sto presentando. C’è sicuramente un momento, voglio dire, posso avere una mattinata terribile e sentire la spazzatura.

Continue Reading…

Ovunque con niente

Brandee:
Ma ciò che rende unico il parkour, secondo me, è il modo in cui ci siamo costruiti il ​​nostro settore e il modo in cui abbiamo ancora questa capacità di fare la nostra pratica ovunque senza nulla. Ci sono pochissime pratiche a cui riesco a pensare che possono essere fatte ovunque senza nulla e quindi hanno quell’aspetto aggiuntivo della comunità in cui puoi letteralmente andare ovunque nel mondo, trovare qualcuno attraverso Internet e ti accompagneranno e ti mostreranno in giro. È ancora piuttosto unico. Ora è l’unica cosa che è così? No. È quasi come se fossimo unici ma non speciali.

Continue Reading…