Il fallimento fa parte dell’equazione

Craig: Jean, so che sto saltando in giro, ma è lì … immagina di essere una macchina del tempo. E potresti essere tornato indietro e dirti qualcosa sul divano per parlare in modo figurato, che pensi possa averti tirato fuori dal divano prima o qualcosa che ti avrebbe motivato?

Jean: Sì, penso che il fallimento sia parte dell’equazione. Se inizi qualcosa … se tutto ciò che fai garantisce il successo, non ti espanderai mai e non farai di più. Trova anche qualcosa che è davvero divertente da fare. Quindi al liceo devi andare in PE e tu stai facendo queste cose qualunque cosa che odi assolutamente e non c’è niente di veramente divertente. E se trovi qualcosa di divertente, questo è quello che dico ai miei clienti per trovare un’attività che ti piace fare e che non stai davvero allenando. Come ho detto, come gli aerei, so che stanno facendo pull up, stanno facendo cose incredibili. Ma no, non avevano in programma di farlo. Questa è solo la loro attività divertente. Quindi trova davvero qualcosa che ti piace davvero.

Craig: E come lo trovi? Perché qualcuno che sta ascoltando potrebbe prendere questo come uno strumento che volevano usare su se stessi. Ma come lo trovi in ​​qualcuno con cui lavori? Quindi incontri un cliente e vedi i loro limiti fisici e inizi a pensare alla programmazione. Come capisci come motivarli?

Jean: Oh, ho parlato con loro di quello che amano fare, che gli piaccia stare all’aria aperta o … e in realtà ho convinto alcuni di loro a venire a provare questa lezione di parkour che non mi hanno davvero preso in considerazione , ma adorano l’idea. Quindi, quando do loro un programma per uscire dalla porta, è tutto basato sul movimento. Quindi non fai mai solo le tirate. Potresti fare una palla da baseball contro il muro e poi ti muovi di lato per un’altra presa e devi cadere sotto qualcosa e all’improvviso si stanno divertendo e loro si divertono e sono ridendo e loro sono come, “Oh, lo farò.” Quindi si tratta di mandare le persone con qualcosa che vogliono fare. E non come questo faticoso libro c’è un libro che ho letto da uno sciatore, Mermer Blakeslee che fa parte della squadra nazionale, è incredibile, ma si chiamava In The Yikes Zone ed è stata ribattezzata conversazione con la paura. Ma fondamentalmente che tutti abbiamo questa piccola scatola della paura e se non facciamo più grande la scatola della paura, diventa sempre più piccola. Ma devi anche essere intelligente nell’affrontare la tua paura e il suo punto è che se sei entrato troppo nella paura, allora finiresti nel bar e nella tua zona scotch invece che nella tua zona yikes. E quella sarebbe una cosa davvero brutta. Quindi, e poi finisci per avere paura di fare qualsiasi cosa. Quindi devi davvero saperlo. E lo faccio anche con l’argento PK. Spingi … puoi incoraggiarli a fare qualcosa che fa paura a loro ma non tenerli in quella paura ma anche non tornare mai indietro, ma è sempre esilarante dire “L’ho fatto e l’ho conquistato e sto bene ed è stato divertente. “

Subscribe to get Movers Mindset updates by email

We’ll keep you posted with what we’re up to.
No strings attached.