La Fianna

Rafe:
eah. Quindi, è difficile dirlo in qualche modo perché sento che emerge dalla mia vita, dal mio personaggio e da ciò che ho vissuto. Mi è capitato di essere cresciuto alla fine di una strada sterrata in una comunità hippie. Ho avuto alcune esperienze davvero formative sul gioco agitato e tumultuoso e su come ciò mi ha aiutato a superare le difficoltà di apprendimento. Ho iniziato le arti marziali molto giovane. E ho avuto questo profondo interesse per la natura umana che è iniziato in giovane età.

Rafe:
Quindi, parte del superamento delle mie difficoltà di apprendimento quando avevo otto anni si stava innamorando della letteratura epica, a partire da Il Signore degli Anelli, poi L’Iliade e L’odissea, e poi la mitologia norrena, e poi molte altre fantasie romanzi. E questo in realtà mi ha portato a iniziare un interessante nella prima storia, ho letto le vite di tutti i cesare e tutte quelle cose, e poi l’antropologia.

Rafe:
E così, quando avevo 13 anni, avevo letto tutti i libri di antropologia nella mia biblioteca locale. E poi ho trovato un mentore che era un antropologo professionista che ha lavorato nel governo locale che mi ha prestato la sua biblioteca. E ho letto qualcosa come 30 monografie etnografiche prima di andare al college della comunità a 16 anni.

Rafe:
Quindi, ho avuto questo interesse molto profondo per essere un eroe, che faceva parte di esso, e anche per capire cosa c’era alla base della natura umana. Destra? E quando ho visto il parkour, beh, facevo ginnastica da molto tempo. E la ginnastica è stata davvero fonte di ispirazione per me ed è stato davvero divertente esercitarsi. Ma il parkour sembrava che fosse la cosa sotto la ginnastica.

Craig:
Più vero, forse?

Rafe:
Sì, era il … risuonava su una frequenza più vicina all’origine del movimento umano. E tutta la letteratura antropologica che stavo leggendo, c’erano storie lì sui bambini che salivano sugli alberi e li piegavano e venivano gettati via da loro, dondolandosi sulle vigne e facendo capriole.

Rafe:
Una delle mie storie preferite che racconto sempre su questo podcast è … Credo che sia la tribù Tiwi nell’Australia settentrionale. Vivono in un ambiente estremamente arido. E cammineranno attraverso questi deserti dove non c’è proprio niente. È solo un terreno pianeggiante per miglia, miglia e miglia. E vedranno una grande roccia nel deserto o un grande albero caduto morto o qualcosa del genere. E i bambini correranno davanti al gruppo non appena lo vedranno e lo saliranno e lo lasceranno.

Rafe:
Quindi, c’è questa spinta fondamentale negli esseri umani e il parkour sembra riflettere questo. Ma era un riflesso parziale del tipo di forme primarie e primarie di gioco umano. Era un aspetto, non tutto. E così, ero curioso dell’idea di quale sarebbe stato formare un essere umano come la migliore versione di un essere umano. Destra?

Rafe:
Quindi, se osserviamo una lente evolutiva e interculturale, quali sono i movimenti che sono gli esseri più nutrienti e più significativi? E l’altra lente in cui mi sono occupato era tutta quella letteratura eroica. Destra? Se leggi la mitologia irlandese, gli eroi sono rappresentati non solo per essere bravi a combattere, ma devono anche essere in grado di correre, saltare e arrampicarsi.

Rafe:
Quindi, esiste un ciclo mitologico nella mitologia irlandese chiamato Ciclo Feniano, e parla di questo gruppo di guerrieri chiamato Fianna. Per entrare nella Fianna, dovevi essere in grado di correre a piedi nudi nel bosco e passare sotto un tronco basso come il ginocchio e sopra un tronco alto come il mento, e strappare una spina dal piede senza rompere il passo e senza capelli che escono dalle tue trecce. Destra?

Rafe:
E così, quello era il parkour. Destra? E poi, naturalmente, avevano anche roba da guerriero, come se dovessero essere sepolti alla vita e con una sola bacchetta di nocciola difendersi da sette uomini che lanciavano lancia contro di loro. E poi gli eroi irlandesi avranno queste storie delle imprese. Fanno talenti. Destra? Quindi, c’è una storia in cui Diarmuid Ua Duibhne, che è uno dei Fianna, è fuggito con Gráinne, il fidanzato del re della Fianna, Fionn. E così, ora Fionn ha inviato tutti questi eserciti per catturarlo.

Rafe:
Quindi, si veste come qualcun altro e esce per vedere questo esercito di persone. E l’esercito è tipo “Hai visto Diarmuid Ua Duibhne?” Ed è tipo “L’ho appena visto ieri. Quel tizio è come il più grande guerriero di sempre. Non vuoi fare casini con quel tipo. Ha fatto questa impresa. Non potevi crederci.” E loro sono “Cosa ha fatto? Possiamo fare qualsiasi cosa abbia fatto questo ragazzo.” Quindi, era tipo, “Corse su una lancia e vi si fermò sopra. E così, corre su la lancia e si erge su di essa.” E poi 50.000 dei loro soldati corrono su una lancia e si impalano.

Craig:
Destra.

Rafe:
Destra? E poi il giorno dopo torna e dicono “Hai visto Diarmuid?” È tipo “Sì, l’ho appena visto. Ha guidato un barile lungo una scogliera rocciosa.” E poi tutti cercano di seguire.

Craig:
Segui l’esempio.

Rafe:
Destra. Oppure aveva due spade sulle spalle di due persone e balzò in piedi e atterrò in mezzo