Ovunque con niente

Brandee:
Ma ciò che rende unico il parkour, secondo me, è il modo in cui ci siamo costruiti il ​​nostro settore e il modo in cui abbiamo ancora questa capacità di fare la nostra pratica ovunque senza nulla. Ci sono pochissime pratiche a cui riesco a pensare che possono essere fatte ovunque senza nulla e quindi hanno quell’aspetto aggiuntivo della comunità in cui puoi letteralmente andare ovunque nel mondo, trovare qualcuno attraverso Internet e ti accompagneranno e ti mostreranno in giro. È ancora piuttosto unico. Ora è l’unica cosa che è così? No. È quasi come se fossimo unici ma non speciali.

Brandee:
Ma per quanto riguarda il grande “P, il piccolo” p “parkour, la libera circolazione degli spostamenti, ho delle opinioni. Mi piacerebbe vedere un nuovo termine generico per ciò che la gente sta facendo, perché dalla mia pratica personale apprezzo davvero l’approccio al parkour che è pensato per un’applicazione per il bene degli altri e per la promozione dell’utilità. Non è sempre pratica in quel modo necessariamente, continuo a giocare in tutte queste cose.

Brandee:
Ma questo per me è il parkour, è l’addestramento per l’utilità. E penso che tutto il resto sia valido. È un po ‘un boccone, ma penso che guardare tutte queste cose come discipline basate sugli ostacoli e poi uscire da lì sia ciò che preferirei. Quindi, sotto le discipline basate sugli ostacoli, hai il parkour, hai la corsa libera, hai Ninja Warrior, hai MovNat, perché tutti sono coinvolti in tutti questi ostacoli e su Univ è stata una corsa a ostacoli.

Craig:
Corsa ad ostacoli.

Brandee:
Mm-hmm (affermativo). Si. Che tutte queste cose stavano praticamente esplodendo nelle società in questo momento. Tutti sono come oh, è davvero avvincente, è davvero fantastico. Quando abbiamo cose come Ninja Warrior per ringraziarlo. E penso anche al modo in cui in questo periodo di civiltà penso che le persone stiano iniziando a sentire davvero che non ci stiamo muovendo abbastanza e noto che accidenti, lo vedo in TV e sento qualcosa. Sento qualcosa che voglio provare. Penso che ci verrà visionato un tunnel nella terra dei parkour per pensare che la nostra sia l’unica cosa che farà le proprietà trasformative.

Craig:
Per salvare la razza umana.

Brandee:
Si Esattamente. E davvero non è vero, è solo un aspetto dell’uso dell’ambiente, dell’uso del mondo per fare ciò che vogliamo fare per noi stessi.