Comunità finlandese Parkour

Craig: mi hai detto a caso a un certo punto, i finlandesi hanno disprezzato lo scontro e tu l’hai presentato come se fosse un po ‘un difetto o un punto cieco per loro e direi che gli americani sono probabilmente molto bravi allo scontro e io sono chiedendosi quali sono i tuoi pensieri su come ciò si riflette nella comunità parkour. Quindi immagino che la comunità parkour finlandese sarebbe colorata da quell’aspetto nazionale. So che la nostra community parkour è chiaramente colorata da quell’aspetto qui, quindi mi chiedo, hai una prospettiva unica su questi due punti di vista, quelle due comunità? Mi sto solo chiedendo quali sono i tuoi pensieri su questo.

Ville: Non sono sicuro che sia una cosa carina da dire sulla mia cultura, cercano di evitare il confronto, ma è vero in un certo senso. La cosa unica della comunità finlandese Parkour è il momento in cui le persone hanno iniziato ad allenarsi quando hanno visto i video di David e Yamakasi e si sono ispirati a uscire e allenarsi, subito dopo pochi mesi o il primo mese, abbiamo creato un’associazione nazionale .

Craig: Questo lo spiega. Sono come, perché la comunità parkour finlandese è così avanti rispetto a tutti gli altri in termini di coesione e organizzazione. Interessante.

Ville: Questa è la ragione, ma è anche quello che facciamo in Finlandia. C’è qualcosa di nuovo che si apre, facciamo un’associazione attorno ad esso. Questa è la mentalità che dobbiamo creare attorno a qualche organizzazione e forse ciò deriva dalla cosa culturale. Non siamo in competizione l’uno con l’altro. Non vogliamo creare un sistema in cui abbiamo questi gruppi che sono …

Craig: tirando in direzioni diverse?

Ville: tirando in direzioni diverse. Capire chi assumerà il ruolo di guida nel quadro generale, come tutti, tutti i diversi gruppi, quindi c’erano sei gruppi diversi che hanno iniziato nello stesso periodo, si sono riuniti e hanno formato l’associazione e penso che abbia ha lasciato un francobollo unico sulla comunità parkour finlandese a causa della storia che abbiamo avuto l’associazione fin dall’inizio, e questo ha mantenuto la comunità piuttosto unita. Ma a volte, devi avere un conflitto.

Ville: questa è la mia opinione personale. Avete le domande difficili e penso che stiamo migliorando con loro perché se il modo per evitare conflitti e confronti è di tacere su questo, che è il modo in cui a volte noi finlandesi prendiamo le cose, il che potrebbe non essere un modo positivo per fare le cose, è solo per evitare le cose difficili che hai di fronte, ma penso che anche la nostra comunità abbia imparato, come nel corso degli anni, ad affrontare quelle situazioni più difficili e avere ancora quell’unità e questo senso che, okay noi non hanno bisogno di tutti i diversi gruppi e le comunità locali non hanno bisogno di essere d’accordo con tutti sulle diverse organizzazioni. Non hanno bisogno di essere identici.

Domande e informazioni sul coaching

Craig: Sicuramente ti piace usare le domande come strumenti in modo che tu possa direttamente porre domande agli studenti presentandoli con qualche tipo di sfida o indurli a formulare le loro domande. Quindi questa idea di domande è uno strumento, da quanto tempo hai avuto questa idea e potresti riportarmi a un punto in cui, Ville non aveva l’idea di usare le domande e come sei passato da quella versione di te all’attuale? versione di te?

Ville: È una buona cosa. A scuola, ero solito sapere tutto, come un bambino davvero fastidioso, lo so tutto, e ho pensato che forse tornando all’idea del successo ho pensato che fosse la risposta giusta a tutto. Mi piace ancora ma mi piaceva davvero essere corretto; avendo ragione Avere le giuste conoscenze ma poi credo che nella formazione parkour e di essere un allenatore, sono un cattivo allenatore se ho sempre ragione. Se salgo la persona e dico loro, “Ok, questo è il modo in cui devi farlo. Questo è il modo corretto di farlo”. E lentamente, immagino, attraverso l’insegnamento, anni di insegnamento, si è evoluto in come posso facilitare il processo per lo studente e senza di me essere lì, il fastidioso sapere tutto.

Craig: stai solo meglio, giusto?

Ville: Sì. Basta dire meglio, okay, questo è esattamente come lo fai e poi diventi fantastico. No, non è molto divertente per le persone o non sta insegnando loro il processo di scoperta di sé e trovare la forza.

Craig: Perché non è la risposta che ti rende migliore. È il viaggio per trovare la risposta che ti ha reso migliore.

Ville: Quindi è una specie di sfida personale per me con la tendenza ad essere davvero corretto nel cercare di non dare risposte. Prova a pensare alle buone domande per gli studenti e poi quando comincio a farlo e quando ho iniziato a fare sempre di più nel mio insegnamento, avendo questo un punto di partenza, quel tipo esplorativo di laboratorio sperimentale sento le cose, ho sentito più connesso con gli studenti e poi ho iniziato a riflettere che anche nella mia pratica, riguarda, non ho bisogno di avere conoscenze o informazioni fattuali sull’addestramento che sto facendo o sulla tecnica corretta. Le cose più interessanti vengono fuori quando pongo una domanda e lascia che mi porti da qualche parte, sia che si tratti di un puzzle di movimento o posso tirare fuori qualcosa come un progetto. Come quello che succederebbe se avessi un punto di partenza interessante e poi mi chiedessi solo “Okay, cosa succede dopo?”

Lezioni di famiglia

Craig: C’è qualcos’altro di cui vuoi parlare. So che ci sono un milione di cose che potremmo far apparire.

Ville: Penso che un souvenir della comunità parkour finlandese, o se dovessimo esportare qualcosa nel resto del mondo, come una specialità locale, sarebbero le nostre lezioni di famiglia. Sono molto vicini al mio cuore personalmente e so che le diverse comunità li gestiscono in tutto il mondo ora, ma è qualcosa che penso siamo stati pionieri a casa ed è il mio preferito, sicuramente per allenare e portare la gioia del movimento, non solo per il bambini o gli adulti, ma fateli andare insieme.

Ville: trovo che sia il luogo in cui abbiamo lo spirito della nostra disciplina tirato fuori il meglio. Brilla il più luminoso e il sorriso sui volti dei bambini e dei genitori e trovo anche che, chiunque sia un leader della comunità e se non gestisci lezioni di famiglia, lo raccomando vivamente perché è così divertente e questo è il modo in cui può influenzare anche i genitori, se stanno facendo la genitorialità dell’elicottero, puoi lentamente e lentamente iniziare ad attuare i loro atteggiamenti e mostrare loro il modo in cui puoi permettere ai bambini la libertà di movimento e la gioia del movimento, ma poi anche dare loro strumenti su come renderli sicuri e su come assicurarli, naturalmente vuoi proteggere i tuoi bambini dal ferirsi; per creare un ambiente dove imparano, divertirsi insieme, giocare, divertirsi e nel corso degli anni, i migliori legami tra gli studenti che ho avuto e le storie più belle che ho avuto la possibilità di seguire sono solitamente come questo ragazzino Arriva, ha tre anni, e cominciano da un corso di famiglia.

Ville: Il genitore si entusiasma molto per questo sport, forse dopo due o tre anni sono andati alla classe di famiglia, iniziano ad allenarsi e ad acquistarlo sempre di più e poi i bambini vanno alle lezioni per bambini e poi ancora sono adolescenti e poi quando sono adolescenti e anche i loro genitori stanno invecchiando, ma continuano tutti ad allenarsi insieme e ad aprire palestre o altro. Basta condividere il movimento e questo mi sembra molto speciale quando succede in quei casi. Mi ricorda almeno il motivo per cui amo farlo e perché amo essere coinvolto in questa comunità.