Sull’allenamento della prossima generazione di atleti

Andy: Ora, a parte l’ego, non sto cercando di essere egocentrico e questo è una specie di allenatore mediocre, atleta mediocre che non penso di essere un atleta particolarmente bravo nel parkour. Ci sono molti bambini là fuori che sono molto, molto meglio di me, ma penso che sto bene fisicamente. Ma stavo pensando a questa metrica di tutti i miei studenti, posso davvero pensare a qualcuno che è andato avanti e li ho effettivamente resi migliori di me. Non sto parlando di loro. Sto parlando della mia abilità di allenatore, e quindi sto fallendo? Sto fallendo perché quindi ci sarà questa diluizione. Perché se poi diventano allenatori e fanno la stessa cosa con i loro studenti e così via e così via, perderemo gradualmente ciò che significa, di cosa parla il parkour?

Andy: Penso di aver perso cose da una sola generazione. Imparando da Dan, Forrest e Stefan, cosa hanno fatto quando me l’hanno tradotto, c’erano già cose perse. È a una generazione di distanza, e sento che era una specie di idea di come posso insegnare ai miei studenti al massimo delle mie capacità in modo che non perdano nulla.

Craig: Penso che allora la domanda ovvia sia quando hai fatto quella partecipazione interna e guardando tutte quelle persone, hai trovato persone che pensi abbiano il potenziale per superarti? E poi questo ti fa cambiare il tuo coaching in quel modo, e se cambio questo pezzo, penso che questa persona possa superarmi così. Quindi ora hai questa prospettiva, come cambia il tuo set di strumenti?

Andy: Penso che in realtà sia tutta la stupida merda che ho fatto. Quindi, in sostanza, ho imparato dai miei errori. Quindi nel corso del tempo che ho fatto parkour, ci sono state molte cose che non avrei mai più fatto, e ci sono molte cose che erano solo cose davvero, davvero stupide, e quindi non le do i miei studenti. Tuttavia, non dandolo ai miei studenti perché è roba stupida, significa che ora stanno perdendo ciò che mi ha fatto.

Craig: la lezione. Destra.

Andy: Sì. Esattamente. È un po ‘come, beh, come posso bilanciarlo? Come faccio ora a seguire le mie lezioni e a non ferire i miei studenti? Ma il rovescio della medaglia, stanno iniziando a ottenere più dell’essenza di ciò che riguarda il parkour perché devono affrontare le difficoltà di fare cose stupide. Questa è una domanda difficile-

Craig: hai la risposta?

Andy: No. Questa è la cosa, no. Regolarmente, ricordiamo, i warm up erano 1.000 squat. I warm up erano come, okay, potresti sparare 500 pistole. Non vorrei che i miei studenti lo facciano. Saremo lì per ore e ore, giusto?

Craig: È tutto il pomeriggio, vero?

Andy: Sì. Ma devo chiedermi, beh, se non lo stanno facendo e non hanno la mentalità, beh, che cazzo fa schifo.

Meet the team: Melissa

I love the educational aspect of Movers Mindset. Each podcast is an opportunity to learn about someone, how they think and how they move. I love learning about what each guests finds important and learning something new, whether its an idea or an approach, that I can apply to my own practice. The podcast has introduced me to many people and projects that have expanded my interests and understanding of movement.

~ Melissa — Guests coordinator and social media manager